Vai al contenuto

Rischio sprofondamenti improvvisi (sinkholes)

 

Tali fenomeni sono dovuti sia a cavità naturali presenti nel sottosuolo che a cavità realizzate dall'uomo fin dall'antichità (cave in sotterraneo, ambienti di vario uso, depositi, acquedotti, fognature, drenaggi ecc).

In Italia i fenomeni di dissesto provocati da cavità sotterranee sono frequenti ed hanno determinato spesso ingenti danni materiali e, in molti casi, anche la perdita di vite umane.

Tali eventi, a volta di natura catastrofica, noti come Sinkholes, sono un tipo di dissesto che interessa la superficie del suolo con improvvisi e repentini collassi che avvengono nel corso di un ristretto arco di tempo (6-24 ore).

Relativamente agli aspetti di protezione civile che interessano il Territorio Comunale di Barletta, si sottolinea che il rischio legato alle cavità sotterranee è presente nelle Aree o Zone agricole situate a Sud-Ovest dell'abitato, precisamente in contrada agricola San Procopio, lungo la strada comunale extraurbana n. 25 denominata “Vecchia Minervino Andria”, a circa 1 km dall'innesto della strada provinciale n.12, dove l’attività estrattiva di calcarenite (tufo pugliese) da parte dell'uomo, ha portato alla creazione di un dedalo di vuoti nel sottosuolo, per la maggior parte dei quali si è persa la consapevolezza dell’esistenza.

Infatti, in tale area, in data 3 maggio 2010, si è verificato uno sprofondamento improvviso, di forma subcircolare, delle dimensioni di m 30 x 40 e una profondità variabile tra i 6 e 10 m, che ha interessato un tratto della strada comunale extraurbana n. 25 denominata “Vecchia Minervino Andria”, sovrastante cavità antropiche di natura estrattiva.

Al verificarsi di uno sprofondamento improvviso (Sinkholes) si dovrà predisporre l’evacuazione precauzionale della popolazione presente. Saranno disposti cancelli viari e individuati percorsi alternativi. Sarà interdetta ogni attività antropica (agricola, commerciale ...ecc.) ricadente sull'Area a rischio, debitamente transennata.

Saranno adottate, altresì, tutte le misure di messa in sicurezza (disattivazione di eventuali elettrodotti … ecc.).

Torna a Rischi

image_print
Accessibility